ALIMENTAZIONE CRUELTY FREE PER CANI E GATTI

Jan 07 , 2019

Pino Maffei

ALIMENTAZIONE CRUELTY FREE PER CANI E GATTI

ALIMENTAZIONE VEGETALE PER CANI E GATTI

Argomento difficilissimo, che spesso suscita non solo perplessità, ma anche molte reazioni avverse.
Allora, inizierò dicendo che i tre cani e due gatti che vivono con me mangiano esclusivamente cibo di origine vegetale da tre anni.
Naturalmente i gatti, animali carnivori, quando hanno la possibilità di andare in giro, ma accade solo una volta l’anno nel mese di agosto, mangiano ciò che vogliono, secondo natura.
D’altra parte i gatti, potessero stare sempre in natura, non toccherebbero nemmeno le crocchette e scatolette che diamo loro quando vivono in città.

Ma, se la nostra scelta è antispecista, se decidiamo di non nutrirci di animali e loro derivati con una motivazione prevalentemente etica, coerentemente dobbiamo porci la questione dell’acquisto di cibo per gli animali che vivono nelle nostre case, anche considerando che dal punto vista del purismo filosofico antispecista, nessun animale dovrebbe vivere in un appartamento condominiale.
Se siamo antispecisti non possiamo non prendere in considerazione il fatto che nel cibo commerciale per cani e gatti vanno a finire tutti gli scarti di macellazione, proprio tutto, e che questo mercato è di fondamentale importanza nella ottimizzazione della gestione degli allevamenti intensivi e dei mattatoi.
Per non parlare del cibo contenete selvaggina.

Acquistare il tradizionale cibo per cani e gatti significa sostenere la stessa industria della carne che tanto tenacemente combattiamo, le stesse crudeltà e sfruttamenti, gli stessi danni ecologici ed ambientali che riguardano la nostra alimentazione.
E poi, teniamo conto che tutti i tradizionali alimenti per cani gatti vengono testati sugli stessi animali, cosa che non avviene per i prodotti cruelty-free.
Io non sono un veterinario ma un biologo, e come biologo, avendo approfondito vari aspetti della alimentazione umana ed animale, comprese molte particolarità metaboliche, devo rilevare che troppo spesso viene posta l’attenzione sul tipo di cibo piuttosto che, più correttamente, sulla qualità e completezza dei nutrienti.

 Ma, dal punto di vista veterinario, è possibile alimentare in modo vegetale cani e gatti?
Da numerosissimi studi, uno dei quali vedremo più in dettaglio, è emerso che non solo è possibilissimo, ma è anche auspicabile in quanto vantaggioso per la loro salute.
Alcune patologie, infatti, quali le dermatiti, possono essere debellate con una dieta priva di carne e pesce. I benefici per la salute di cani e gatti a seguito dell’utilizzo di una dieta vegetale sono evidentissimi anche in conseguenza del fatto che nei cibi tradizionali vanno a finire tutti gli scarti di macellazione normalmente definiti “non adatti al consumo umano”, e ciò che c’è tra questi scarti è talmente raccapricciante che mi inorridisce anche solo scriverlo.

Esiste la possibilità di nutrire i nostri amici cani e gatti con una alimentazione vegetale autoprodotta, ma questo può risultare molto pericoloso se non esistono competenze specifiche che tengano conto delle particolari necessità nutrizionali di questi animali.
E’ molto più comodo e sicuro utilizzare del tutto o almeno in parte prodotti commerciali specifici, vegetali e cruelty free.
Dal mio punto di vista è preferibile scegliere aziende che non producano “anche” una linea vegetale, ma esclusivamente prodotti vegetali e cruelty free, questo per la certezza di avere a che fare con aziende che non testano sugli animali.

La PeTA nel 2015/2016 ha raccolto una grande quantità di dati relativi a vari studi e condotto una ricerca sull’alimentazione vegetariana per i cani.
I partecipanti alla ricerca(1) – durata 1 anno – hanno fornito dati relativi a 300 cani. I dati offrono indubbiamente informazioni rilevanti, come, ad esempio, il fatto che le condizioni di salute dell’82% dei cani che erano stati vegan per 5 o più anni erano buone o eccellenti.

Dai risultati, sembra proprio che una scelta vegetale sia un vantaggio:

Numero di cani: 12
Periodo: tutta la vita
Salute buona o eccellente: 12
Percentuale: 100%

Numero di cani: 26
Periodo: 90% della vita
Salute buona o eccellente: 22
Percentuale: 84.6%

Numero di cani: 142
Periodo: 85% della vita
Salute buona o eccellente: 120
Percentuale: 84.5%

Numero di cani: 65
Periodo: 75% della vita
Salute buona o eccellente: 53
Percentuale: 81.5%

Inoltre l’82% dei cani vegani per 5 o più anni erano in buona o eccellente salute mentre solo il 77% dei cani vegetariani per 5 anni o più erano in buona o eccellente salute, mettendo così in evidenza anche il vantaggio del veganismo rispetto al vegetarianismo anche nei cani.

L’età media di morte era 12.6 anni.

Mentre non esiste alcuna evidenza scientifica che i cani non possano condurre una vita sana e attiva senza carne o derivati animali, esistono evidenze e studi che affermano il contrario. Ad esempio alcuni studi hanno descritto la “sindrome da sola-carne” rilevata in quegli animali che si nutrono solo di carne (senza aggiunta di vitamine e minerali), i quali sviluppano ossa fragili, una condizione generale misera e in alcuni casi la morte. La condizione è attribuibile alla mancanza di adeguato apporto di calcio, iodio e vitamine A e B1 ed uno scadente rapporto calcio/fosforo. Nella carne manca in modo particolare il calcio. La dieta naturale è molto più variata. I cani e i gatti selvatici mangiano non solo carne ma anche ossa (ricche di calcio), gli organi e gli intestini delle prede, che contengono sostanze vegetali assortite.

Conclusioni
In base alla statistica ed ai campioni di questo studio, è risultato evidente che più a lungo un cane rimane vegano o vegetariano tanto più la sua salute si mantiene buona o eccellente e tanto meno è soggetto ad infezioni, cancro ed ipotiroidismo.

GATTI
Il gatto è un carnivoro per eccellenza con particolari esigenze nutrizionali ed ha bisogno della famosa taurina: un aminoacido che è essenziale per la sua salute e che non riesce a produrre in modo autonomo, come invece fanno i cani. In natura il gatto si alimenta di piccole prede come insetti, uccellini e topolini, nelle case invece viene alimentato con prodotti a base di carni di vitello, pollo, cavallo, coniglio, tonno, selvaggina, ecc. Tutti animali che in natura un gatto non potrebbe mai cacciare, rendendo di fatto questa alimentazione innaturale tanto quanto una alimentazione vegetale.
E, come per il cane, o forse ancora di più perché i gatti sono più delicati, vale la questione qualitativa sulle materie prime che già abbiamo discusso.

Oggi anche per i gatti esistono in commercio prodotti appositamente studiati per le loro esigenze, che contengono tutti gli integratori necessari a garantire loro una buona salute.
Pensate che oramai molti veterinari omeopatici consigliano diete totalmente vegan nei casi in cui i gatti soffrano di problemi ai reni, alla vescica, abbiano tumori, epilessia, problemi di allergie e/o intolleranze.

I gatti, più sofisticati e capricciosi dei cani nella scelta del cibo, soprattutto se abituati a prodotti commerciali classici, molto arricchiti di appetizzanti chimici, a volte rifiutano questi cibi più sani, ma niente paura, potete inizialmente renderli più gradevoli con aggiunta di lievito alimentare, o un poco di yogurt di soia, o qualcosa di vegetale che sapete essere molto gradito al gatto di casa.

Non entrerò nel particolare delle varie aziende che commercializzano eccellenti prodotti vegetali per cani e gatti, ma citerò quella che io utilizzo da anni e conosco bene, la BENEVO, una azienda inglese, presente dal 2002, con alimenti sia secchi che umidi per cani e gatti, privi di OGM, cruelty free, certificati.

Per chi fosse interessato, esistono in commercio dei libri con ricette e consigli per preparare in casa cibo e biscotti vegetali per cani  e siti molto attendibili sull’argomento.

Segnalerò qui sotto un testo ed un sito che ritengo molto interessanti:

Michelle A.Rivera – “Il primo ricettario vegan per cani” – Terra Nuova Edizioni

(1)
AVI a proposito di alimentazione per cani e gatti
http://www.associazionevegani.it/2016/03/23/alimentazione-vegana-per-cani-e-gatti/

Chi non riuscisse a reperire in commercio un prodotto certificato cruelty free per cane o gatto può trovare tutto in questo sito, ed in particolare i prodotti Benevo:

PATATINO STORE :
http://www.associazionevegani.it/2016/03/23/alimentazione-vegana-per-cani-e-gatti/

 


Articoli precedenti Articoli recenti