Diabete tipo 2 e alimentazione: uno studio recente conferma alcune associazioni

Jul 11 , 2019

Pino Maffei

Diabete tipo 2 e alimentazione: uno studio recente conferma alcune associazioni

Diabete tipo 2 e alimentazione

Un recente studio (pubblicazione 3 luglio 2019)  ha analizzato  il ruolo della dieta nell'incidenza del diabete di tipo 2, una revisione di meta-analisi di precedenti studi statistici.

Lo studio aveva per obiettivo riassumere le prove di associazioni tra fattori dietetici e incidenza del diabete di tipo 2 e valutare l’intensità e la validità di queste associazioni.

In questa revisione sono state incluse 53 precedenti pubblicazioni, con 153 rapporti di rischio sommario adeguati sui comportamenti dietetici o sugli indici di qualità alimentare.

Nel complesso, l'associazione tra fattori dietetici e diabete di tipo 2 è stata ampiamente studiata, ma poche associazioni sono state classificate come prove di alta qualità.
È probabile dunque che altri fattori siano importanti nella prevenzione del diabete di tipo 2 e si rende necessaria una ricerca più approfondita ed una più dettagliata valutazione più dettagliata della dieta.
Ma tra tutti i fattori dietetici, le abitudini e gli alimenti esaminati, alcune  associazioni in particolare risultano però essere classificabili come prove di alta qualità:
-associazione inversa per l’incidenza del diabete di tipo 2 con l’aumento nella assunzione di cereali integrali e fibra di cereali (vale a dire che l’incidenza del diabete di tipo 2 diminuisce in chi consuma più cereali integrali e fibra)
-associazione diretta per un incremento del diabete di tipo 2 con aumento nella assunzione di carne rossa, carne lavorata, pancetta e bevande zuccherate


In conclusione, la revisione di tutti questi dati sebbene non consenta di realizzare una precisa tabella associativa tra tipo e qualità della dieta ed incidenza del diabete di tipo 2, senza dubbio conferma come dati statisticamente rilevanti quelli consentono di individuare un miglioramento con l’assunzione di cereali integrali e fibra ed un peggioramento con l’assunzione di carni rosse e lavorate e bevande zuccherate.

Qui è possibile trovare lo studio completo pubblicato da BMJ Publishing Group Limited


Articoli precedenti Articoli recenti