Diventare vegani: keep calm!

Nov 28 , 2017

Pino Maffei

Diventare vegani: keep calm!

Molto spesso qualcuno mi chiede come mai io sia diventato vegano.

La risposta naturalmente è complessa. Per me, come per moltissimi altri vegani, si tratta di un cambiamento graduale, che quasi sempre passa da una fase vegetariana, e le motivazioni sono molteplici.
Non sempre il punto di partenza è animalista, a volte è salutista, oppure ecologista, o etico, ma alla fine, approfondendo, tutte le motivazioni confluiscono, si incontrano e si intrecciano in una sorta di visione globale di uno stile di vita consapevole, altruista, compassionevole e attento.
Un vegano solitamente ha a cuore il benessere di tutti gli animali, ma anche dell’uomo naturalmente, e del pianeta, non mangia ne usa prodotti di derivazione animale perché vuole bene a tutti gli animali, a sé stesso, alla natura ed è consapevole che questa è l’unica via per sperare in un mondo più giusto e possibile e vivibile anche per le generazioni che seguiranno.
Qualche volta questa domanda ha un significato più profondo e subliminale, quasi una richiesta di aiuto per iniziare a percorrere questa via.
Non voglio convincere nessuno a diventare vegano, è una scelta difficilissima che deve partire da dentro, ma certamente sono disponibile e felice di aiutare chiunque ne avesse bisogno a percorrere questa strada!

Voglio dunque proporre qui di seguito alcuni suggerimenti che possono essere di aiuto nell’avvicinamento a questo stile di vita.

 

  1. Non avere fretta e documentati

Essere vegani è uno stile di vita, non solo un modo di nutrirsi, un modo di vivere che richiede un processo di apprendimento, non è realistico pensare di diventare vegani così, da un giorno all’altro. Quindi, concediti il ​​tempo necessario e cerca gli stimoli che possono aiutarti.
Uno dei più forti stimoli a diventare vegano consiste nello scoprire cosa succede agli animali negli allevamenti, nei mattatoi, durante il trasporto….
Scoprire di più sul crudele trattamento subito dagli animali è certamente di stimolo per fare scelte più responsabili.
A questo proposito ci sono tantissimi libri “illuminanti”, e nei prossimi articoli vedremo delle recensioni di alcuni di questi, ma un documento davvero interessante, molto ben fatto è il seguente:

https://youtu.be/dURtZEe5AII (Meat The Truth – In Italiano)

ed un altro documento da vedere assolutamente è COWSPIRACY, il film prodotto da Leonardo Dicaprio e scaricabile direttamente dal sito www.cowspiracy.com ad un piccolo costo o reperibile su youtube

  1. Informati sulle alternative

Certamente vedrai che col crescere dell’informazione, col prendere consapevolezza di cosa ci sia dietro una cotoletta di pollo, o un panino di prosciutto e mozzarella sarà naturale voler eliminare questo tipo di cibo, ma per poterlo fare senza rinunce o peggio carenze, devi cercare dei possibili sostituti, scoprire i latti vegetali, i sostituti della carne e del formaggio, ma non solo. Ricorda che le basi della alimentazione mediterranea sono assolutamente vegane; un piatto di riso e fagioli condito con olio e qualche noce sbriciolata è un piatto vegano ed è completo dal punto di vista nutrizionale, così come una minestra di farro e lenticchie, o una pasta e ceci, o purè di fave con la catalogna…. Sono davvero infiniti i piatti della tradizione mediterranea buoni, completi e vegani, senza dover necessariamente ricorrere alle preparazioni esotiche.
Il resto poi arriverà in modo naturale, la scoperta di cibi e condimenti alternativi arriverà in un secondo tempo come una piacevole scoperta, vedrai come usare il lievito in scaglie, le alghe essiccate, i vari semi oleosi come insaporitori ed integratori naturali che possono apportare tutti i macro e micro nutrienti indispensabili.

  1. Scopri la nutrizione consapevole

Scopri altre fonti vegane di proteine, calcio e ferro in modo da poter continuare ad avere tutta la nutrizione di cui il tuo corpo ha bisogno dal cibo che mangi, e per qualsiasi dubbio consulta un medico che possa eventualmente darti importanti consigli e per vedere se sono necessari integratori per facilitare il nuovo stile di vita vegano dopo una vita di utilizzo di prodotti animali.

  1. Prova i ristoranti vegani

Ci sono ristoranti vegetariani e vegani che possono farti scoprire quanto possa essere ricca e varia questo tipo di alimentazione. Persino la pasticceria vegana può essere veramente straordinaria!
Voglio dare un consiglio a chi vive a Torino: provate ad andare da Ratatouille, in Corso Tortona 2, sarà una scoperta incredibile!

  1. Diffusione della consapevolezza

Conoscere e parlare dei meriti dello stile vegano ti aiuterà ad essere coerente con le tue scelte e ti sentirai certamente meglio, non solo dal punto di vista fisico, ma anche morale, etico, acquisirai la consapevolezza di aver fatto una scelta che crea valore, una scelta responsabile e non egoistica, che pensa non solo all’immediato ma anche al benessere delle generazioni future. Scoprirai che “partecipare” è molto più bello che stare a guardare.

Essere vegani non è solo cibo. Quando acquisti vestiti, scarpe, accessori e cosmetici, fai attenzione a ciò che acquisti e assicurati di utilizzare prodotti che non siano causa di crudeltà verso animali e di inquinamento del pianeta.


Articoli precedenti Articoli recenti